I nostri affiliati ottengono il riconoscimento del CONI e del RUNTS info@libertasvda.com

Assicurazione - Libertas Valle d'Aosta

ASSICURAZIONE GENERALE

Convenzione per Associazioni Libertas

Questa polizza viene attivata in automatico all'atto dell'Affiliazione dell'Associazione Sportiva al CRS Libertas Valle d'Aosta APS.

Comprende l'attivazione della Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) dell'Associazione, della copertura RCT in caso di morte o invalidità permanente dei Tesserati sopraggiunta durante l'attività dell'Associazione. È inoltre possibile attivare integrazioni migliorative facoltative.

Consigliamo alle Associazioni di leggere la polizza per essere consapevoli dei casi di esclusione.

ASSICURAZIONE TEMPORANEA

Convenzione per Associazioni Libertas

Questa polizza è la soluzione per gli eventi open in cui partecipano anche persone che non sono tesserate presso Associazioni Libertas.

È attivabile mediante una comunicazione e il pagamento, che devono essere inviati prima dell'evento in base alle indicazioni riportate nel modulo.

Consigliamo alle Associazioni di leggere la polizza per verificare che sia adatta all'evento organizzato.

ASSICURAZIONE VOLONTARI

Convenzione per Associazioni Libertas

Gli Enti del Terzo Settore (ETS) devono obbligatoriamente assicurare i propri volontari per Responsabilità civile (RCT), infortuni e malattia verificatisi durante lo svolgimento dell'opera di volontariato. Tale obbligo è stato sancito dal Codice del Terzo Settore ed è una forma di tutela per i volontari, i beneficiari e gli enti stessi. Questa è la polizza a favore delle nostre Associazioni.

La modulistica e le istruzioni per l'apertura di un sinistro sono in fase di aggiornamento

L'assicurazione è obbligatoria?

Cosa dice la normativa

La normativa vigente definisce in maniera chiara alcune situazioni in cui l'attivazione di un'assicurazione da parte di un'Associazione sia obbligatoria, ma non tutti sanno che sugli Amministratori vige anche il principio della "diligenza del buon padre di famiglia" sancito dal Codice Civile. Questo è un aspetto importante da ricordare, in quanto sostanzialmente significa che gli Amministratori non si devono "limitare" al minimo di legge, ma individuare con coscienza se ci sono particolari rischi a cui gli Associati sono sottoposti e mettere in atto quanto necessario, sia a livello di prevenzione, sia a livello di copertura assicurativa.

Ricordando questo principio importante, ecco elencate di seguito le situazioni più tipiche in cui le Associazioni devono attivare le coperture assicurative:

Copertura di Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) per l'Associazione
Per le A.S.D: Copertura di RCT, Invalidità permanente e morte per i tesserati
Per le A.P.S.: Copertura RCT, invalidità permanente, morte, infortunio e malattia professionale per i Volontari

L'assicurazione

Un obbligo di legge. Un dovere secondo il principio della "diligenza del buon padre di famiglia"

Inoltre è utile sapere che...

ci sono casistiche particolari, oltre a situazioni specifiche in cui è meglio o necessario attivare l'assicurazione. Ne citiamo alcuni a titolo di esempio:

I massimali delle A.S.D sono determinati nei loro importi dalla legge
I massimali delle APS non sono specificati dalla norma, ma devono seguire comunque il principio di congruità
Nel partecipare a gare e bandi di appalto, le pubbliche amministrazioni possono chiedere massimali maggiori
L'assicurazione sull'attività del Tecnico Sportivo è strettamente legata al riconoscimento della sua qualifica e dalla sua regolarizzazione nell'albo di appartenenza per l'anno in corso
Se l'Associazione gestisce un impianto, è utile un'assicurazione extra per incendio, danni o furto
Nella pratica sportiva dilettanstica, la copertura assicurativa non è più valida se l'Associazione non aveva richiesto il certificato medico sportivo nei casi previsti dalla norma