LA CERTIFICAZIONE SNaQ

Perché aderire

SISTEMA NAZIONALE DI QUALIFICHE DEI TECNICI SPORTIVI


In Italia e in Europa il fenomeno sportivo è in continuo cambiamento, il contesto in cui ci muoviamo ha fatto emergere la necessità di riferimenti chiari per la formazione dei professionisti del settore.
Federazioni Internazionali, Agenzie Nazionali di formazione sportiva e Comitati Olimpici sono impegnati per costuire nel sistema sportivo, e in particoalre per i tecnici, un Sistema Europeo di Qualifiche condiviso.
Lo SNaQ è il modello di riferimento proposto dal CONI per il conseguimento delle qualifiche dei tecnici sportivi e per la loro certificazione.


Elementi centrali:

qualifica: la certificazione formale acquisita attraverso il raggiungimento di competenze effettivamente rispondenti ai bisogni delle attività da svolgere

competenza: la capacità di utilizzare non solo conoscenze, ma anche abilità, attitudini personali, sociali e metodologiche in situazioni reali.

Obiettivi:

Definire modelli di qualifica e di formazione per gli operatori sportivi

Facilitare la realizzazione di un sistema organico, di aggiornamento e di formazione continua

Allinearsi al contesto europeo e internazionale


PERCHÈ ADERIAMO ALLO SNaQ

L’adesione completa allo SNaQ è un elemento essenziale per il riconoscimento delle qualifiche e l’inserimento nel sistema dei crediti a livello europeo. Le Federazioni o gli EPS che non hanno ancora condiviso il progetto mantengono percorsi formativi spendibili solo al proprio interno.


LA POSSIBILITÀ DI LAVORARE IN EUROPA

Mercato unico e libera circolazione dei lavoratori e dei servizi all’interno dell’Unione influenzano le decisioni nazionali in materia di istruzione e formazione professionale anche nel settore sportivo.

Le linee comunitarie prevedono l’adozione del Quadro Europeo di Qualifiche (EQF-European Qualification Framework) e la creazione di sistemi europei di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET) anche se la normativa resta comunque nazionale attribuendo al CONI un ruolo istituzionale specifico.

Lo SNaQ risponde ad un mercato del lavoro più ampio ed europeo, in cui poter vedere riconosciute le proprie competenze, un obiettivo fortemente voluto nelle sedi comunitarie ed internazionali, come elemento strategico di innovazione per ottimizzare i sistemi di apprendimento e definire figure professionali specifiche e flessibili in termini occupazionali.


SCARICA LA GUIDA

Scopri nel dettaglio il sistema delle qualifiche sportive del C.O.N.I.


VISITA LA PAGINA DEDICATA ALLO SNaQ

Vai alla pagina dedicata sul sito della Scuola dello Sport del C.O.N.I.




La qualifica ottenuta attraverso un corso SNaQ è riconosciuta da:



LE QUALIFICHE


Il percorso di formazione inzia sempre con l'ottenimento di una qualifica di primo livello. In seguito è possibile proseguire il percorso formativo specializzandosi utleriormente. Le qualifiche che è possibile ottenere con i corsi di formazione sono le seguenti:



PROMOTORE SPORTIVO DI DISCIPLINA

Si tratta di una figura con una formazione di base essenziale in grado di gestire le attività motorie non specializzate, e/o di affiancare un tecnico più qualificato nell’allenamento. Possiede le competenze essenziali per gestire le attività sportive con efficacia e sicurezza. Garantisce infine alle associazioni sportive i requisiti minimi legali ed amministrativi per l’organizzazione delle attività (disposizioni legislative regionali).



EDUCATORE SPORTIVO DI BASE IN DISABILITA'

E’ un operatore specializzato nell’animazione motoria mirata all’integrazione dei soggetti diversamente abili, pertanto, l’attività sportiva proposta non sarà un momento riabilitativo ma bensì un momento di conquista e miglioramento dell’autonomia e dell’autostima personale. I processi di rielaborazione delle attività motorie,assumono un particolare significato per le persone con disabilità, che potranno esprimersi anche tramite le attività motorie e sportive. La qualifica di Educatore Sportivo di base in Disabilita’ è temporanea e non abilita ad agire immediatamente in autonomia sul campo,perciò le sue attività dovranno essere svolte sotto la guida e supervisione di un tecnico esperto o di o figure professionali specifiche delsettore. L’ educatore sportivo di base perciò collabora con l’istruttore sportivo, gli operatori socio sanitari e tutte le figure educative professionali previste dalla varie normative regionali coadiuvandoli nelle attività motorie specifiche sulla disabilità. Può essere utilizzato nei presidi socio assistenziali negli oratori, nei Circoli, delle Associazioni sportive, nei centri estivi o iniziative similari per la realizzazione di interventi a carattere assistenziale ricreativi ed educativi in ambito sportivo. E’ tra le figure di riferimento per tutte le attività promosse dalle Scuole di Promozione Sportiva (S.P.S.)



ANIMATORE SPORTIVO GIOVANILE

E’ un operatore specializzato nell’animazione motoria e sportiva infantile e giovanile.
Può essere utilizzato nei progetti ricreativi quali attività degli oratori, dei Circoli, delle Associazioni sportive, dei centri estivi o iniziative similari. Se in possesso del necessario bagaglio tecnico ed esperenziale può proporsi anche come operatore di supporto all’insegnante nella Scuola dell’Infanzia e Primaria pubblica e privata, per le attività motorie di base senza caratterizzazione sportiva specialistica (attività generali educative e formative).
E’ tra le figure di riferimento per tutte le attività promosse dalle Scuole di Promozione Sportiva (S.P.S.)



ANIMATORE TURISTICO-SPORTIVO

Si tratta di un operatore specializzato nell’animazione psico-motoria, sportiva e turistico – sportiva, in grado di sviluppare programmi volti a far vivere lo sport come piacere al richiamo della natura e come strumento per trascorrere gradevolmente il tempo libero.
Può essere utilizzato per proporre attività sportive con finalità ludiche in progetti ricreativi temporanei, quali le attività dei centri estivi cittadini organizzate da circoli, oratori, enti ed associazioni sportive ed in iniziative similari.
Può inoltre essere impiegato in strutture turistiche extra – alberghiere (case vacanze – ostelli della gioventù, ecc ) Il curriculum formativo prevede una parte generale di carattere psicopedagogico ed una specifica in campo psico-motorio, ricreativo e turistico-sportivo.
E’ la figura di riferimento per tutte le attività promosse dalle Scuole di Promozione Sportiva (S.P.S.).



ISTRUTTORE

E’ la figura tecnica di base dell’Ente. Si tratta di un operatore sportivo qualificato in una specifica disciplina in possesso di competenze tecniche, metodologiche e psicopedagogiche, in grado di condurre le esercitazioni pratiche con efficacia e sicurezza. Particolarmente attento alla salute psicofisica degli allievi si occupa sia dell’istruzione tecnica di base che dell’allenamento giovanile, in particolare dell’attività preagonistica ed agonistica.
Può svolgere la funzione di allenatore anche nel settore amatoriale.
Viene formato con un apposito percorso corso che prevede una parte generale, con nozioni di Medicina dello Sport, di Metodologia dell’allenamento e Metodologia dell’insegnamento, ed una specifica: teorica e pratica, riferita alla disciplina per la quale ha conseguito la qualifica.
Può svolgere funzioni di tutoraggio nei confronti degli operatori di base e può avere funzioni di coordinamento in una Scuola Tecnica Libertas (o Scuole di Promozione Sportiva S.P.S.)



EDUCATORE SPORTIVO SPECIALIZZATO IN DISABILITA'

E’ tra le figure tecniche di base dell’Ente. Si tratta di un operatore sportivo specializzato nella disabilità in possesso di conoscenze, tecniche metodologie che gli permettano di organizzare e gestire un percorso di attività motoria con utenti diversamente abili per rapportarsi con la persona disabile in modo efficace e funzionale all'attività svolta. in possesso di competenze tecniche, metodologiche e psicopedagogiche, in grado di condurre le esercitazioni pratiche con efficacia e sicurezza. Le competenze trasmesse mireranno alla pianificazione e gestione di programmi individuali e di gruppo finalizzati alla giusta integrazione, con lo scopo di migliorare la forma fisica nonché mentale, in modo da considerare l’handicap non come diversità ma come normalità, elevando a valore le reciproche diversità. Se qualificato in una specifica disciplina Può svolgere la funzione di istruttore/allenatore nel settore amatoriale dell’ente. Viene formato con un apposito percorso corso che prevede una parte generale, con nozioni di Psicopedagogica di Medicina dello Sport, e Metodologia dell’insegnamento, ed una specifica teorica e pratica finalizzata alla pratica sportiva. lo scopo del percorso formativo sarà quello di concepire l’attività motoria nell’ambito della disabilità come un processo di costruzione, in collaborazione con altre figure professionali, e di relazione con l'utente disabile per favorire in lui maggiore consapevolezza corporea/motoria e il più alto livello possibile di autonomia e benessere personale. Può svolgere funzioni di tutoraggio nei confronti degli operatori di base e può avere funzioni di coordinamento in una Scuola Tecnica Libertas (o Scuole di Promozione Sportiva S.P.S.)



TECNICO SPECIALIZZATO

Il Tecnico specializzato è un istruttore/allenatore indirizzato verso l’allenamento evoluto che progetta, conduce e verifica la preparazione dei gruppi di atleti di adulti e dei settori giovanili avanzati. E’ in grado di gestire squadre ed atleti nella preparazione fisica generale e speciale, nella tecnica, nell’organizzazione, nella conduzione psicologica del gruppo e del singolo atleta.
Viene formato con appositi corsi organizzati dall’Ente (nelle discipline che prevedono espressamente questa figura tecnica come ulteriore specializzazione), oppure accede al ruolo attraverso l’equiparazione di una qualifica corrispondente acquisita in altra struttura sportiva



GIUDICE DI GARA / ARBITRO

Si tratta di figure formate per la direzione degli incontri, la valutazione delle prestazioni di gara (sport tecnico combinatori) e per la verifica del rispetto dei regolamenti sportivi. (Arbitri Giudici di gara, Commissari)



DIRIGENTE SPORTIVO e/o GESTORE DIMPIANTI SPORTIVI

Figure esperte nella gestione delle Associazioni Sportive Dilettantistiche e nella conduzione (organizzazione, manutenzione) di impianti sportivi.
La formazione in questi campi specifici dovrà consentire l'acquisizione di competenze in materia di organizzazione dellattività sportiva. Dovrà essere in possesso di conoscenze generali e specifiche in campo amministrativo, legale, fiscale, della tutela sanitaria, nonchè della normative relative alla sicurezza sul posto di lavoro e della prevenzione.